STUDIO DELL’ UNIVERSITA’ NORVEGIESE DI BERGEN sulle conseguenze dell’ utilizzo quotidiano dei comuni detergenti in commercio

STUDIO DELL’ UNIVERSITA’ NORVEGIESE DI BERGEN sulle conseguenze dell’ utilizzo quotidiano dei comuni detergenti in commercio

Studio Università di Bergen – Norvegia

Pubblicato a febbraio 2018

L’uso regolare di spray detergenti può avere un impatto sulla salute tanto quanto fumare un pacchetto di sigarette al giorno, secondo un nuovo studio. Gli scienziati dell’Università norvegese di Bergen hanno studiato 6.000 persone di età media 34 anni per 20 anni, professionisti  utilizzano i prodotti per la pulizia quotidianamente , secondo la ricerca pubblicata nell’American Journal of American Journal of American Thoracic Society. Medicina respiratoria e terapia intensiva. Hanno scoperto che il declino della funzione polmonare nelle donne che usavano regolarmente i prodotti, come quelli che lavoravano come addetti alle pulizie, era equivalente nel periodo a quelli con un’abitudine di fumare 20 sigarette al giorno. “Mentre gli effetti a breve termine sull’asma stanno diventando sempre più ben documentati, non siamo a conoscenza dell’impatto a lungo termine”, ha affermato Cecile Svanes, professore all’Università di Bergen in Norvegia e autore principale dello studio . “Temevamo che tali prodotti chimici, causando costantemente un piccolo danno alle vie aeree giorno dopo giorno, anno dopo anno, potessero accelerare il declino della funzione polmonare che si verifica con l’età”, ha detto Svanes. Per lo studio, gli esperti hanno misurato la funzionalità polmonare testando la quantità di aria che coloro che hanno preso parte allo studio sono stati in grado di espirare con forza. Hanno poi esaminato i risultati insieme ad un questionario in cui i partecipanti erano stati interrogati sulla frequenza del loro uso di prodotti per la pulizia. Secondo lo studio, le donne che usavano regolarmente i prodotti per la pulizia avevano una capacità polmonare marcatamente ridotta. Hanno anche riscontrato un aumento dei tassi di asma tra le donne che hanno usato i prodotti regolarmente. I prodotti sembravano influenzare la capacità polmonare delle donne che hanno preso parte allo studio più degli uomini, anche se gli scienziati hanno notato che il numero di partecipanti maschi era minore rispetto al numero di partecipanti femminili. “Quando si pensa di inalare piccole particelle da agenti detergenti che sono pensati per pulire il pavimento e non i polmoni, forse non è così sorprendente, dopo tutto”, ha detto l’autore dello studio principale Oeistein Svanes, uno studente di dottorato. Gli esperti attribuiscono il declino della funzione polmonare al danno che gli agenti di pulizia causano alle membrane mucose che rivestono le vie aeree, con il risultato di cambiamenti persistenti nel tempo. I risultati seguono uno studio condotto da scienziati francesi nel settembre 2017, secondo il quale gli infermieri che utilizzavano disinfettanti per pulire le superfici almeno una volta alla settimana avevano un aumento del rischio di sviluppare malattie polmonari dal 24 al 32%.

Domande ? Scrivi al form, ti rispoderemo subito

Scrivici il tuo messaggio

Nami ti risponde!


Fai una domanda

lascia un messaggio, ti risponderemo


Nessun Commento

I commenti sono chiusi in questo momento

Registratevi alle nostre
news
per avere nuovi aggiornamenti scientifici
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: