News

Ormai le scoperte sul mondo dei microrganismi hanno veramente preso piede; anche se solamente allo stadio iniziale, molti centri di ricerca scientifica si stanno rendendo conto di quanto sia essenziale includere anche microbiota e microbioma negli studi sul nostro corpo umano. Siamo già a conoscenza che, o almeno speriamo sia cosi, i microrganismi del nostro corpo sono uno dei tanti ingranaggi delicati non trascurabili del nostro corpo. Ci proteggono dai patogeni dell’ambiente esterno, si occupano dell’estrarre sostanze nutritive da ciò che ingeriamo, collaborano con il nostro sistema immunitario per una risposta più rapida etc… insomma, risultano essere sempre semi-presenti nelle attività di mantenimento base del nostro corpo. Fig. 1 - Microrganismi: effetti benefici per il nostro corpo Infatti, il microbiota del nostro...

Giorno dopo giorno, telegiornale dopo telegiornale, la posizione del mondo verso il riscaldamento globale è al vento come una bandiera. Tra deforestazione, scioglimento dei ghiacciai, estinzione di specie, inquinamento etc… (si tutte ottime notizie), la fatidica Anidride Carbonica, per gli amici CO2, sembra sempre essere in prima fila. Certo, il pianeta come lo conoscevano i nostri nonni, ormai non esiste più… infatti, temperatura così come fauna/flora non sono decisamente gli stessi. Magari non riusciremo a vedere il dodo (coloratissimo uccello del Centro America estintosi a causa dell'uomo) però siamo sicuri di non essere noi il problema? Fomentando la brutta reputazione dell’anidride carbonica, sembra che il ruolo essenziale nel ciclo della vita, giocato dalla stessa, sia stato dimenticato. La CO2 è la base...

Il test si basa sul metodo del Valore D, che significa il tempo necessario ad abbattere per il 90% la carica microbica. Il test viene eseguito singolarmente con i più diffusi microorganismi patogeni e a tempi diversi , ma molto ravvicinati. In base ai risultati ottenuti è stata rilevata una riduzione dei Microrganismi patogeni utilizzati SUPERIORE al 90% dopo differenti tempi di contatto con NAMI. Il test completo sulla Determinazione dell'attività Battericida e Fungicida è disponibile a questo link sul nostro sito....

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text]Il report di Stabilità ha come scopo lo studio della stabilità del prodotto.  Con questo studio si intende testare nel tempo se avvengono variazioni o  alterazioni significative del  prodotto e anche se si mantiene la stessa concentrazione e vitalità delle specie probiotiche. Il prodotto Nami è stato  sottoposto ad un periodo di valutazione di 6 mesi sottoponendolo ad un periodo di invecchiamento accelerato, quindi lasciato in condizioni non protette. La bottiglia era esposta alla luce su un piano ed esposta ad una  temperatura ambiente di 25°. Come si vede dai test ufficiali nel nostro sito, il prodotto è risultato STABILE , dimostrando di non presentare nessuna variazione o alterazione significative correlate alla stabilità ed è...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text]E’ un test epicutaneo per valutare il potenziale irritante di un prodotto cosmetico che viene effettuato su volontari, in base a principi etici per la ricerca medica che coinvolge soggetti umani. Viene eseguito dalle aziende volontariamente per valutare la buona tollerabilità dei prodotti. In pratica vengono applicati dei cerotti ,imbevuti della sostanza da testare , a persone volontarie, per vedere la reazione della pelle . Il nostro Patch Test occlusivo è stato eseguito dal Dipartimento di Cosmetologia dell'Università di Ferrara e l'esito è stato totalmente negativo, il che vuol dire che non ha avuto nessuna reazione allergica sulla pelle dei volontari e quindi Nami è stato dichiarato prodotto non irritante se applicato su cute umana. Per...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] I risultati ottenuti dal test evidenziano una capacità di riduzione pari al 91,0% con una significatività del p<0.05 nei confronti dei microrganismi di prova (quelli presenti dentro la Lozione Polifunzionale), che costituiscono la maggior parte della popolazione microbica presente sulle mani e sulle superfici da sottoporre a regolare sanitizzazione. La lozione polifunzionale NAMI ha dimostrato una efficacia di inibizione antimicrobica, nei confronti dei lieviti Malassezia furfur coinvolti nel fenomeno della formazione della forfora del cuoio capelluto. Il test ufficiale è a disposizione a questo link sul nostro sito.[/vc_column_text][vc_empty_space height="30px"][/vc_column][/vc_row]...

Il secondo Test di citotossicità è stato eseguito utilizzando fibroblasti Murini , cioè cellule del sottoderma simili a quelle umane. IL test è stato condotto in condizioni di sterilità. Il test di citotossicità serve per vedere se una data sostanza procura irritazione cutanee. Quindi di valutare l’eventuale danno causato alle membrane cellulari dei cheratinociti/fibroblasti cioè le cellule che si trovano nella parte intermedia del derma, tra l’epidermide (parte più superficiale) e l’ipoderma o sottocute (parte più profonda). Le cellule vengono sottoposte a concentrazioni scalari della lozione. Test di citotossicità vuol dire accertare tramite test che la lozione non altera la normale crescita e moltiplicazione delle cellule. Il Test eseguito ha dato risultato negativo. La Lozione Polifunzionale non ha presentato nessun effetto sulle...

Il test di citotossicità eseguito in collaborazione con il Prof. Pier Giorgio Balboni serve per valutare la citotossicità “in vitro” dei prodotti che vengono a contatto con la pelle umana oppure che devono essere applicati nella pelle umana o nella mucosa umana. Il test è stato effettuato applicando direttamente la lozione Nami su linee cellulari di derivazione di mucosa nasale. In base ai risultati ottenuti la lozione polifunzionale risulta “in Vitro” NON CITOTOSSICA , in quanto non ci sono significativi effetti irritanti sulle colture di fibroblasti umani (tessuto connettivo). Il test completo sui Metalli Pesanti è disponibile a questo link sul nostro sito....

X
X